Una misura indipendente della finanza e del benessere in Italia

La piattaforma che rende disponibile in maniera libera e trasparente il rating comunale degli ultimi dieci anni.

CHE COS’E’ IL RATING?

Il rating costituisce ad oggi uno strumento di larghissima diffusione e di grande attualità nella realtà dei mercati finanziari, specie nel mondo bond ( obbligazioni). Un titolo obbligazionario rappresenta un credito che l’investitore ha nei confronti di una società, banca o ente governativo. Come tale è soggetto al rischio che, a causa del futuro deteriorarsi della situazione finanziaria dell’emittente, quest’ultimo non sia in condizioni di pagare le cedole, o nei casi più gravi, di rimborsare il capitale. Ne deriva come l’acquisto di un titolo obbligazionario debba essere preceduto da un’accurata analisi delle condizioni di stabilità economica- finanziaria-patrimoniale di chi lo emette. Una prima e sommaria definizione di rating è quella di giudizio del rischio che un emittente di debito non abbia capacità ( rischio economico) o la volontà ( rischio politico) di effettuare completi e puntuali pagamenti della quota principale e degli interessi durante il periodo di validità delle obbligazioni emesse. La logica sottostante all’esistenza dei rating risiede nel problema fondamentale dei mercati finanziari: l’asimmetria informativa. Le agenzie di rating giocano un ruolo fondamentale nel processo decisionale, procurando agli investitori internazionali un giudizio imparziale circa il rischio di credito associato ad investimenti finanziari alternativi. Il vantaggio dei mutuatari è duplice: da una parte essi ottengono una maggiore facilità di accesso ai mercati dei capitali globali, dato che molti investitori preferiscono titoli provvisti di rating ai titoli non valutati con un rischio di credito apparentemente simile. Inoltre, vi è un beneficio strettamente economico, in quanto un buon rating determina minori costi di indebitamento. La qualità del credito di molti emittenti e delle loro obbligazioni non è costante e stabile nel tempo, ma tende a subire variazioni. Per questo motivo si verificano cambiamenti nei rating, i quali riflettono cambiamenti nella posizione relativa degli emittenti e delle loro obbligazioni. Un cambiamento di rating può verificarsi in ogni momento e indica che l’agenzia ha osservato un’alternazione dell’affidabilità creditizia, o che il precedente rating non riflette più pienamente la qualità dell’obbligazione; può avvenire in seguito ad un temporaneo ritiro, se sopraggiungono nuove informazioni o circostanze che richiedono un’accurata analisi per il giudizio di affidabilità creditizia. Per la loro natura , i cambiamenti di rating sono generalmente più frequenti per obbligazioni di bassa qualità che non per quelle di alta qualità; in ogni caso gli investitori che utilizzano i rating dovrebbero mantenere uno stretto e costante controllo di tutti i rating, per essere in grado di segnalare prontamente ogni accenno di cambiamento. Per l’assegnazione dei rating le grandi agenzie applicano una scala alfanumerica ordinale, che individua diverse categorie di rischio di credito. I rating per debito di lungo termine in valuta estera di Standard & Poor’s variano da AAA, il più alto, fino a CC, il più basso; allo stesso modo, i rating di Moody’s variano da Aaa fino a C in cui si ha il maggiore rischio di default. Negli anni, queste agenzie, hanno aggiunto alle loro stime del rischio di credito i “credit watch” ed i “credit outlook”; entrambi sono strumenti designati per indicare la direzione potenziale dei rating nel tempo, sulla base di prospettive future. Il rating outlook può essere positivo, negativo o stabile e si riferisce al medio periodo, da sei mesi a due anni. Il credit watch costituisce un segnale più forte di possibile cambiamento; un rating va in credit watch quando si verifica un evento preciso e/o una variazione dalla direzione attesa che rendono necessarie nuove informazioni per valutare il rating corrente. Sia il rating outlook che il credit watch non danno la certezza del cambiamento di rating e cambiamenti di rating possono verificarsi anche senza precedenti rating outlook o credit watch.